Cosa vedere a Verucchio

Verucchio - Cosa Vedere

Arte, manufatti e segni di una storia iniziata 3000 anni fa.

Rocca Malatestiana (XII – XVI sec.)

Si trova sulla cima della roccia che sovrasta il borgo e permette una visione a 360° del borgo stesso, delle colline, della valle del fiume Marecchia e della pianura fino alla Costa Adriatica.

La Rocca Malatestiana, nota anche come Rocca del Sasso per la sua collocazione sullo sperone di roccia che sovrasta il paese; è una delle fortificazioni malatestiane più grandi realizzata dal XII al XVI secolo d. C. e tuttora ben conservata.
La Rocca è stata luogo di nascita di Malatesta da Verucchio detto il “Centenario”, citato da Dante nella Divina Commedia come “Mastin Vecchio”, capostipite della dinastia e padre di Giangiotto e Paolo, celebri per la storia d’amore e di morte con Francesca da Rimini.

È interamente visitabile (0541-670222).
È frequentemente sede di spettacoli, esposizioni, convegni ed eventi culturali.

La Rocca del Passarello

Seconda rocca dei Malatesta; su questa è stato costruito il monastero delle Monache di Santa Chiara (1600), ora in fase di riqualificazione.
Costeggiando le “mura di San Giorgio” si entra in Verucchio attraverso l’antica porta d’ingresso, fedelmente e splendidamente ricostruita.

Pieve Romanica (X sec.)

È fra le costruzioni più antiche di Verucchio; sorge ai piedi del roccione ed è raggiungibile prendendo la strada che dal borgo scende alla frazione di Villa Verucchio.
Di architettura romanico gotica, la sua costruzione risale intorno all’anno 990; la Pieve è Intitolata a San Martino.

Chiesa Collegiata

Costruita nel 1863 su progetto del verucchiese Antonio Tondini, (progetto firmato dal riminese Giovanni Morolli perché Tondini era privo di licenza), imponente e solenne, all’interno presenta motivi rinascimentali e barocchi e contiene due Crocefissi, capolavori dipinti su tavole: uno opera del veneziano Catarino (struttura in legno) e di Nicolò di Pietro e l’altro di un artista ignoto riminese del ‘300 della scuola di Giotto, detto “Maestro di Verucchio”.

Fra le diverse pale d’altare raccolte nella Collegiata è da segnalare quella dell’altar maggiore (Giovan Francesco Nagli, detto il Centino – metà del XVII secolo), con San Martino che dona il mantello al povero.

Chiesa di San Giorgio e Convento dei Cappuccini.

Si trova nella parte alta di Verucchio. Il convento, abitato dal Cinquecento per alcuni secoli, ora è proprietà privata. Una delle quattro necropoli villanoviano-etrusche scoperte a Verucchio si trovava in quest’area.

Sono visibili alcuni tratti delle mura sorte intorno al borgo e alla Rocca del Passerello. Prendono il nome dall’ex convento dei Cappuccini di San Giorgio, edificato nel XVI secolo alla sommità.

Palazzo Giungi

Si affaccia sulla piazza principale di Verucchio, piazza Malatesta; risale al XVII – XVIII secolo. La facciata è caratterizzata da tipici elementi architettonici dell’epoca.

Il Convento francescano dei frati minori (XIII sec.)

Affiancato dalla chiesa di Santa Croce, si trova in prossimità della via Marecchiese, nella frazione di Villa Verucchio, a circa 2 km dal centro storico e dalla Rocca Malatestiana.

Fu fondato da San Francesco nel 1231 sui resti di un vecchio romitorio che ospitò il santo e frate Leone durante il ritorno da San Leo, dove s. Francesco aveva avuto in dono il Monte della Verna da messer Orlando de’ Cattani della Chiusi, estasiato dall’incontro con il santo e dai suoi discorsi.

La tradizione racconta che, fra altri miracoli che s. Francesco avrebbe fatto sul luogo, piantò il suo secco bordone di cipresso che riprese vita; oggi, dopo quasi 800 anni, età confermata anche dai botanici, le dimensioni straordinarie (altezza 23 m e 7,5 m di diametro) ne fanno un vero e proprio monumento che merita certamente una visita.

Vicino al Convento zampillano acque curative che la leggenda vuole fatte scaturire dal Santo in occasione del suo passaggio.

Museo Civico Archeologico.

Raccoglie i reperti preistorici della prima età del Ferro, appartenenti alla civiltà Villanoviana. I primi reperti di questa antica popolazione preistorica furono rinvenuti a Villanova, vicino a Bologna; la località diede il nome alla cultura villanoviana, caratterizzata da un proprio stile decorativo del vasellame.

Verucchio è stato ed è protagonista per lo studio e la conoscenza della cultura villanoviana grazie agli scavi archeologici effettuati nel 1893, che scoprirono le Necropoli di Campo del Tesoro e Fondo Lavatoio (IX secolo a.C.), e negli anni ‘60 e ’70, che hanno portato alla luce tombe, armi, utensili, fibule, collane, ossi lavorati; oggetti – specialmente gli ornamenti funerari – che danno credito all’ipotesi che Verucchio sia stato un avamposto etrusco verso il mare Adriatico.

Campi da golf Rimini-Verucchio

Il Rimini-Verucchio Golf Club (18 buche da campionato e 7 executive) si trova a ridosso del fiume Marecchia, nella parte pianeggiante di Villa Verucchio. Intorno c’è una incomparabile vista sui borghi di Verucchio, Torriana e San Leo. Sullo sfondo, il roccioso Monte Titano con le tre torri di San Marino.

A pochi chilometri, l’aeroporto internazionale di Rimini intitolato al grande regista Federico Fellini.

Federica

Ciao! Sono Federica, libera professionista e mamma felice! Mi piace stare in compagnia, adoro viaggiare e scoprire nuove culture e tradizioni.

Scopri anche:

Costa Romagnola - Panorama da Verucchio

Verucchio – Partenza ideale per visitare la Romagna

Da 330 metri slm un panorama ineguagliabile della Riviera Romagnola. Dove si trova Verucchio? Tra i “borghi più belli d’Italia” –  il... Leggi Tutto

Rocca Malatesta Verucchio

Verucchio – “Culla dei Malatesta”

Da sede della Civiltà Villanoviana a “borgo tra i più belli d’Italia”. Il borgo di Verucchio (Vrócc in dialetto romagnolo) è sorto... Leggi Tutto

Cerca

Ottobre 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Novembre 2021

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
0 Adulti
0 Bambini
Animali

Confronta elenco

Confronta